Procedura per la lubrificazione

Lubrificazione vuol dire rendere la superficie della mucosa più flessibile, spugnosa e scivolosa. I suoi effetti possono essere visti in un video di un paziente con paralisi della corde vocali, compensata spontaneamente in dieci anni di evoluzione. Inizialmente il paziente aveva una voce strozzata con scarsa onda mucosa e costrizione del vestibolo laringeo. Dopo due mesi di logopedia la funzione vocale risultava migliorata; poiché il paziente viveva a 400 km di distanza dal nostro Centro, è stata prescritto l’uso di un lubrificante per un mese. Questo è il risultato.

Come lubrificarsi?

    • Lasciando la saliva in bocca e in faringe più a lungo del solito (3-5 minuti), mentre si emette una vocale ad un ritmo 3×3 cantando o parlando. Quando diminuisce la frequenza dell’atto deglutitorio (la saliva si deglutisce ogni 2 minuti) la quantità di saliva in bocca e in faringe aumenta. La saliva è piena di mucine ed il PH è elevato, per questo motivo l’effetto lubrificante della saliva è ottimale. Bisogna far scivolare la saliva nell’ipofaringe ed in laringe in modo che questi distretti risultino bagnati.
  • E’ possibile utilizzare lubrificanti con grande effetto surfactante tipo il gel di pectina (Acido galatturonico). La somministrazione è orale: mescolando la pectina con la saliva si cerca che questa saliva zuccherata bagni la mucosa della faringe e il vestibolo della laringe. Ha più effetto se questa ” saliva impectinata” rimane per qualche minuto in faringe. Noi utilizziamo l’applicazione di questo protocollo:
    • Inserire nella bocca una piccola quantità di gel e formare una pasta mescolando con la saliva
    • Fare in modo che la pasta rimanga nella parte posteriore della gola senza deglutire, così la saliva miscelata con il lubrificante scivola giù verso il faringe
    • E’ indispensabile effettuare contemporaneamente un vocalizzo con la vocale /U/ con un tono grave e con un tono acuto la vocale /i/ facendo un glissando (come una sirena ) o a bocca chiusa una /mmm/
    • Tenerlo in bocca e in faringe alcuni minuti (3-5) in modo che la saliva con la pectina aderiscano all’epitelio delle pareti
    • Qualora la saliva andasse nelle vie aeree effettuare un colpo di tosse ed ingoiare la miscela saliva-pectina
    • Può essere utilizzato più volte al giorno, soprattutto nei momenti in cui c’è più bisogno di cantare o parlare. Non è consigliabile prima di andare a letto
    • Cercare di non bere o mangiare per 30 minuti dopo la somministrazione

Noi utilizziamo il gel orale di pectina (Gel orale di Aloe Vera al 25% in Orabase® con spesante c.s.) che si può acquistare in una farmacia e può essere prescritta come formula magistrale. Inoltre, è possibile ottenere un effetto simile anche se meno efficace masticando una mela cruda o cotta. La procedura è simile a quella descritta prima: mescolare la mela con la saliva facendo una pasta.

I lubrificanti del cavo orale e faringeo possono causare aspirazione nelle vie respiratorie se non si effettuano colpi di tosse; non è consigliabile l’uso in persone che potrebbero avere aspirazioni polmonari o nei fumatori.

Il trattamento ha una durata prevista di un mese, che è il periodo per cui è stato testato. Se si desidera prolungare il trattamento nel tempo, sarà necessario realizzare revisioni periodiche col foniatra o con l’orl.